Archivi tag: Sangue

Il sangue, in generale

Come sono felice che comincio questo nuovo blog. Questo blog che unisce le mie due più grandi passioni, anzi tre: la medicina, il raccontamento di storie, e il cazzeggio.
Siccome non sapevo da dove cominciare, ho pensato di cominciare dal sangue, perché il sangue se non ce l’hai sei morto, e questa è una cosa che sappiamo tutti.

Un’altra cosa che sappiamo tutti è che esso è rosso, e che è liquido. E io qua già vi do torto, perché non è vero che esso è proprio liquido liquido liquido, infatti esso allorquando che voi decidete di metterlo in lavatrice a zona centrifuga (*) vedrete che sopra ci avete questa parte liquida che galleggia e si chiama plasma perché come tutti sappiamo i liquidi si plasmano a forma del recipiente (**) , e sotto questa parte un po’ più stuppagliosa che si affonda. I medici dicono che si chiama parte corpuscolata, che uno dice che vuol dire? Non vi preoccupate mo ve lo spiego.
La parte corpuscolata è fatta dalle cellule, che sono un po’ come delle frittelle scamazzate che possono essere di tanti tipi ma questo fatto ve lo dico un’altra volta. Diciamo che quelle proprio più importanti che trovate dentro al vostro sangue sono tre tipi e mezzo: i globuli rossi, i globuli bianchi, i linfociti e le piastrine. Le piastrine valgono mezzo perché non sono cellule, sono pezzettini di cellula che si sono staccate da una cellula vera con un nome che fa spavento solo a dirlo (si chiama ME-GA-CA-RIO-CI-TA), e mo se ne vanno in giro così. Infatti campano poco. Povere piastrine.
Esse servono che, quando si rompe un vaso (no un vaso di quelli dei fiori, un tubo di quelli dove dentro ci scorre il sangue, che però si chiamano vasi come quando fate in scienze in seconda media (***) la teoria dei vasi comunicanti che infatti se vi ricordate il disegno non sono vasi, sono tubi), loro tanto fanno e tanto dicono che alla fine l’attappano. Si chiama coagulazione, ma è una cosa complicata quindi oggi non ve la dico.
Andiamo avanti.
I globuli rossi sono quelli che sono di più di tutti gli altri tipi, infatti il sangue è rosso perché ci stanno i globuli rossi, e voi mi chiederete ma perché i globuli rossi sono rossi? (marò quanti ca… che volete sapere)
Essi sono rossi perché nel loro dentro, ben incastonato dentro un’impalcatura che si chiama emoglobina, c’è un ripieno di ferro. Che il ferro è rosso, tipo rosso ruggine, ecco perché. Questo ferro non è che sta là a caso, noo! Esso serve perché è molto amico dell’ossigeno, che se qualche volta nella vostra vita vi siete visti siamo fatti così dovreste sapere che il sangue serve a trasportare l’ossigeno in giro per tutto il corpo. Nel senso un po’ come i tubi della macchina (****) che portano la benzina al motore, il motore la scoppia e la macchina cammina. Ecco. Uguale. Se siete meccanici mi avete capita sicuro, se non siete meccanici avvisatemi che un altro giorno vi spiego un po’ meglio ma mo no perché vi devo parlare ancora di tanti altri fatti e sennò facciamo notte.
I globuli bianchi e i linfociti sono quei cosi che invece vi difendono da tutti quei piccolissimi animali e dalle shkifezze varie che vogliono venire a insinuarsi nel vostro corpo.
I globuli bianchi non so perché dicono che sono bianchi perché non è che mi sembrano proprio bianchi bianchi, ma vabbuò, ci sono i granulociti e i macrofagi che sono dei difensori ma un po’ così, un po’ zappatori di paese perché intanto non guardano troppo per il sottile, e poi di solito ci dev’essere sempre qualcun altro – che anche questo ve lo spiego bene un’altra volta – che gli dice uè, sturdu’, vatti a mangiare quel coso perché è un invasore malvagio. Ah, che mi ero scordata di dirvelo, i granulociti e i macrofagi funzionano che essi vanno vicino all’invasore malvagio e fanno tutti i simpatici, uè cumpa’ da dove vieni a chi sei figlio che si dice dalle parti tue, poi l’abbracciano, quello dice te’ ma com’è compagnone questo globulo bianco, invece il globulo bianco una volta che l’ha finito di abbracciare lo imprigiona e gli sputa addosso un veleno che lo schiatta in corpo, all’invasore malvagio: contadino scarpe grosse cervello fino. Questa cosa usano chiamarla fagocitosi.
Poi ci sono i linfociti che hanno studiato, hanno fatto una specie di accademia di formazione, selezioni durissime, quelli scarsi o con la testa calda o con la capa a ceppone li hanno subito scartati perché il linfocita ha un suo prestigio, non è che arrivi bello bello e dici io voglio fare il linfocita e subito te lo fanno fare.
Il linfocita pure combatte contro gli invasori malvagi, ma lui è più specializzato, mica acchiappa tutti alla come viene viene, lui passa la sua esistenza a occuparsi di un tipo di invasore e solo di quello, capirete bene che alla fine diventa un grande espertone e una volta che l’acchiappa l’invasore malvagio tiene poco da fare il furbo, a un granulocita per esempio lo puoi pure fare fesso ma a un linfocita che ti corre appresso da una vita come l’ispettore Javert a Jean Valjean, come Zenigata a Lupèn, non lo fai fesso manco se muori (*****). Cioè al massimo al linfocita una volta che si specializza lo possono chiamare a fare qualche consulenza per qualche tipo di invasore malvagio che somiglia un po’ a quello che si è scelto lui, però in linea generale diciamo che il suo destino è segnato.

Quindi ripetiamo: nella parte corpuscolata del sangue troviamo tanti piccoli fattapposti che certi attappano i buchi, certi altri vanno facendo i facchini portando da mangiare a chi sta lavorando e non si può muovere sennò lo licenziano, e certi altri ancora vanno controllando che i forestieri con intenzioni di cattiveria e perfidia non vanno in giro a fare i danni.
Finito.
Cioè no, non è finito, perché se era finita qua lallero, mica ci volevano sei anni a laurearsi in medicina, però per mo facciamo finta che è finito.

E niente, spero che avete capito qualcosa di quello che vi ho detto oggi. Se non avete capito comunque non vi preoccupate perché tanto la maggior parte di queste cose non le ho capite neanche io.
Jà, mo un altro giorno vi spiego meglio tutte quelle altre cose che ho scritto in grassetto per fare la splendida.
Ciao.

_______________________________________________________________________________________

(*) non è vero, non penso che con la lavatrice di casa vostra funziona perché secondo me poi il sangue entra nei buchetti e si sperde, però se volete provare dopo fatemi sapere com’è andata.
(**) non è vero, non si chiama così per quello, cioè non lo so, però mi piaceva scriverlo per far sembrare che do anche una spiegazione etimologica delle cose.
(***) mi pare. Ma può pure esse che è in terza.
(****) che non so come si chiamano.
(*****) forse ho scelto degli esempi poco azzeccati.

Annunci